Normativa

La normativa che regola il processo della ricetta dematerializzata è contenuta in due provvedimenti legislativi e in un Decreto Ministeriale.

In primo luogo l’ Art. 11 della Legge 30 luglio 2010, n. 122 ha previsto che “L’invio telematico dei predetti dati  (delle ricette, n.d.r.) sostituisce  a  tutti  gli  effetti  la  prescrizione medica in formato cartaceo”.
Con tale disposizione, forse con un po’ di superficialità, si afferma che non c’è più bisogno della ricetta cartacea: è sufficiente inviare i dati.

In attuazione di questa stringata norma, è stato approvato il D.M. del 2 novembre 2011 concernente la “De-materializzazione della ricetta medica cartacea, di cui all'articolo 11, comma 16, del decreto-legge n. 78 del 2010 (Progetto Tessera Sanitaria)”.

Successivamente l’Agenda Digitale (decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179  convertito dalla legge di conversione 17 dicembre 2012, n. 221), all’Art. 13 ha dettato i tempi per l’attuazione del progetto  prevedendo che le prescrizioni dematerializzate dovessero essere il 60% entro il 31 dicembre 2013, l’80% entro la fine del 2014 e il 90% entro il 2015.